Best deal of the week
DR. DOPING

Blog

Logo DR. DOPING

5 miti su clonazione

28 Oct 2016

Crei una copia esatta di una persona, una distruzione di diversità genetica e altri miti comuni su clonazione. Dissipiamo i miti scientifici e spiega idee sbagliate comuni. Abbiamo chiesto ai nostri esperti di fare commenti su rappresentazioni popolari di persone di clonazione riproduttiva.

Meldonium buy, Phenotropil buy, Peptides buy

1. Un clone è una copia esatta dell'originale

Questo è solo un inesatto.

Ci sono parecchie opzioni per l'uso del termine «clone»: come la designazione della progenie di una cella sola (comune in gergo di cerchi scientifico) o come una designazione del corpo che ha identico al gene originale (come Dolly la pecora, ottenuta trasferendo i nuclei di celle somatiche «originali» in un donatore di uovo). Il problema è quello che in entrambi casi, i genomi del clone originale e non sarà identico all'accumulazione di mutazioni casuali. Per esempio, le celle del corpo possono essere diverse dall'un l'altro la serie di mutazioni acquisite nel processo di fissione, sebbene dobbiamo essere le primissime celle di embrione di clone. Stessa storia con gemelli identici, che sono veramente cloni dell'un l'altro, ma la serie tuttavia diversa di mutazioni.

Per migliorare tutta la memoria e i processi cognitivi, molto raccomando comprano nootropics: Meldonium Famoso, Peptides Pinealon andAmazing Cytamine Cerebramin Fresco,Phenotropil Ben noto, Noopept, Buon Vinpotropile.

Se questo non è abbastanza per credere alla nonidentità del clone e l'originale, può andare dall'osservazione di cambiamenti nel DNA all'epigenome. Al livello di cambiamenti di epigenetic le nostre celle diverse, gemelli le celle più diverse, e perfino le celle di colonia (la cella sola derivata), nelle stesse condizioni crescenti in un piatto di Petri, le celle anche conterranno poco diverso dall'un l'altro epigenetically. Così, un clone - una ripetizione perfetta dell'originale in un mondo dove non ci sono errori di replica ed epigenetics, ma nel mondo reale questo è soltanto un tentativo di ricreare l'originale.

2. La clonazione di un mammut è impossibile

Teoricamente è possibile

Teoricamente possibile clonare un mammut e c'è una probabilità nonzero che infatti c'è una cella in cui il DNA del mammut sarà intatto, quindi può esser usato per clonazione. Anche, c'è una probabilità nonzero che dopo di alcun tempo, gli scienziati saranno capaci di sintetizzare un genoma di mammut pieno intatto. È teoricamente possibile, ma è improbabile che una tale manipolazione possa succedere nel prossimo futuro con l'aiuto di tecnologia clonante, da allora, per trovare il fossile di una cella di mammut che conterrà una serie di DNA, è necessario passare e analizzare circa 1014 celle. E è difficile da dire quanto tempo deve passare per artificialmente sintetizzare un DNA di lunghezza pieno, ma oggi nel laboratorio di Craig Venter sintetizzò circa 106 nucleotides. E abbiamo bisogno di sintetizzare circa 109 nucleotides in lunghezza, cioè per portare a termine un tal livello di sintesi tecnica probabilmente hanno bisogno di almeno altri dieci o vent'anni. Perciò, teoricamente la clonazione di mammut è possibile, ma è improbabile che avvenga quando la generazione attuale.

3. Gli animali clonati non hanno genitori

Tutto questo dipende da chi crediamo sono genitori

Tutti sono un prodotto che unisce un numero uguale di geni dei suoi genitori, che sono nel DNA dello sperma del padre e l'uovo della madre. Dopo fertilizzazione, ogni gene (o, piuttosto, quasi tutti, perché ci sono geni dei cromosomi sessuali e mitochondria) è presente in due copie. I geni 'il lavoro', o, come gli scienziati dicono, sono espressi, e come risultato di accensione consequenziale e da geni certi sviluppano un corpo pieno. In mammiferi, l'uovo è fertilizzato nell'utero, là va sul suo sviluppo nel feto.

Abbiamo clonato animali, tutto avviene un po' in modo diverso. Il clone primo e famoso è stato, certamente, la pecora Dolly. Non ha avuto un padre o una madre nel senso solito. A Dolly è stato nato, gli scienziati hanno preso una cellula uovo infertilizzata da una pecora e meccanicamente hanno tolto dal suo nucleo, che ha contenuto informazioni genetiche materne. Più lontano, in un tal enucleated (il nucleo - è un «nucleo») è entrato nel nucleo di uovo preso da una cella di mammella altra pecora. Il risultato è stato l'uovo con una serie doppia di geni - non perché la metà dei geni ha appartenuto al suo padre e l'altra metà - la madre, e a causa della pecora di cella di mammella, che aveva preso un nucleo che contiene una serie doppia di geni.

L'ultimo stadio del processo di clonazione è identico ad allevare con amore dell'uovo fertilizzato di una madre di sostituto. La cellula uovo risultante con una serie doppia di geni ha messo nell'utero di una terza pecora, che ha dato frutti - il futuro di Dolly. Come risultato, Dolly può essere un numero diverso di genitori, secondo chi pensa i genitori. Dal punto di vista di genetica Dolly, certamente, è un clone dell'animale da cui il nucleo di cella di mammella è stato preso. Di conseguenza, la sua madre genetica e padre - i genitori della pecora di donatore. La madre di sostituto è un agnello, che ha dato alla luce Dolly. Geni mitochondrial, ha accolto un terzo animale - della pecora, che ha preso l'uovo, è - mitochondrial la madre Dolly.

4. La clonazione umana è inaccettabile etico

Questo è Vero.

Gli obiettivi di clonazione riproduttivi possono essere diversi. Prima eticamente lo scopo ingiustificabile - è una ricreazione completa di una copia genetica di un organismo come una serie di parti per una persona specifica, per esempio, per sfruttare il trapianto di opportunità come un modo di combattere l'invecchiamento, la malattia, la perdita di autorità di salute. Se coltiviamo un corpo olistico, vedendolo come una serie di pezzi di ricambio, violiamo un dogma etico chiave che non può trattare una persona come mezzi, ma come una fine. Qualsiasi oggetto che è vivo, anche se è riprodotto artificialmente, deve esser considerato come un obiettivo. La situazione con la clonazione viola gli standard etici principali.

Se parliamo di clonazione riproduttiva, non solo per la coltivazione del corpo, ma per completezza ricreano biologico e sociale, è impossibile, perché tutti i programmi genetici sono attuati solo nel mezzo. I tratti distintivi comportamentali fondamentali sono quantitativi, cioè il loro comportamento specifico dipende non solo dal tasso di reazione stabilita nel genotipo ma anche sull'influenza di società (l'intelligenza, la capacità cognitiva, la propensione a comportamento criminale). Anche se dovevamo ripetere il tasso di reazione del genotipo, mai creeremo condizioni sociali che garantiranno un'apparizione simile di un attributo. La vita sociale è molto dinamica, e non possiamo ripetere che le sue condizioni intaccano l'individuo. Inoltre, è necessario prendere i fattori di selettività di reazione individuali in considerazione. Per persona intacca non solo deliberatamente creato le condizioni e i fattori hanno infocalizzato effetti: l'ambiente, i media e altri agenti di socializzazione. Perciò, nessuno l'installazione di obiettivo, nessun meccanismo per attuare l'idea di clonazione riproduttiva non è eticamente e scientificamente giustificato.

5. La clonazione distrugge la diversità genetica

Non è vero

La nascita di gemelli identici non è ancora nessuna diversità genetica nel mondo non è distrutto. È improbabile che la clonazione abbia luogo nel mondo con più grande frequenza che la nascita di gemelli identici. L'uomo non esiste durante duemila anni, e molto più a lungo, e durante quel tempo lui e i gemelli furono nati non fu distrutto. Perciò, anche se prendiamo il termine durante altri tremila anni, dubito che l'umanità sia capace di clonare come molti specimen.

Perché? Se parliamo di una persona, è originalmente perché è collegato al fatto che vuole usare per clonare l'uovo femminile, e in una quantità molto più grande che l'uso di natura per il processo normale di parto. Perciò, in questo caso, ad ogni modo non siamo capaci di arrivare vicino a natura, anche se le donne si raccoglieranno tutta la Terra. La clonazione, certamente, non distrugge la diversità genetica perché la nascita di gemelli identici nella storia di umanità non ebbe effetto sulla diversità genetica della gente.


Articolo precedenti
Memoria persa
Articolo successivo
6 miti su geni
 

Someone from the Mexico - just purchased the goods:
Atenolol 50mg 30 pills